La Diversificazione | 360Consulenza | Consulenza Finanziaria Schio
16403
post-template-default,single,single-post,postid-16403,single-format-standard,extensive-vc-1.7.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive,evc-predefined-style

La Diversificazione

Parliamo oggi di un tema molto importante nella gestione degli investimenti. La diversificazione.

Consiste nell’introduzione in portafoglio di tipologie diverse di attività finanziarie che siano non correlate tra di loro in modo da ridurre il rischio dell’investimento.

Se due attività sono correlate andranno in una direzione molto simile in seguito al verificarsi di un avvenimento. Ad esempio, a marzo di quest’anno, quando tutti i mercati sono crollati, in un portafoglio in cui erano presenti attività non correlate tra di loro, queste hanno attenuato la perdita.

Cosa significa Diversificazione

Diversificare significa investire in diverse aree geografiche, settoristrumenti finanziari, valute, ecc. in modo da rendere il portafoglio meno soggetto a oscillazioni legate a movimenti repentini di una specifica area o settore di mercato o tipologia di investimento. In altre parole, vuol dire mitigare i rischi e gli imprevisti connessi all’investimento. Vedi gli articoli Strumenti FinanziariStrumenti finanziari (seconda parte) e Strumenti finanziari (ultima parte) per ripassare cosa sono.

Di seguito vi proponiamo il grafico dell’andamento dell’indice statunitense S&P500 (blu) e di un portafoglio (arancione) da noi gestito. Nell’indice S&P500 sono presenti le azioni delle principali aziende del mercato americano. Il nostro portafoglio invece è formato da un mix di obbligazioni e azioni e altre attività di tutto il mondo, tramite fondi comuni e gestioni patrimoniali, ottenendo quindi un maggior livello di diversificazione.

Come si può notare dal grafico l’indice puramente azionario S&P500, presenta dei movimenti più repentini, e a marzo 2020, con l’inizio della pandemia è sceso bruscamente. La linea arancione del nostro portafoglio, maggiormente diversificato, ha invece un andamento più dolce. La diversificazione attenua la rischiosità dell’investimento e dà modo di cogliere eventuali opportunità di mercato.

Un altro modo di diversificare che riteniamo molto importante, soprattutto in questi periodi in cui i mercati finanziari sono particolarmente incerti, è la diversificazione temporale. A tal proposito ti rimandiamo all’articolo “Meglio i PAC“, che sono una forma di investimento che ci permette di ridurre il rischio di portafoglio entrando nel mercato in modo progressivo.

Se vuoi capire se il tuo portafoglio è diversificato in maniera adeguata, contattaci.